Ristorante Libra: il primo fritto al mondo senza grassi

Ristorante Libra: il primo fritto al mondo senza grassi

Fritto misto o insalata? È sempre difficile scegliere tra gusto e salute. Ma quando la frittura contiene meno grassi di un’insalatona il confronto non regge. Grazie all’aiuto della scienza gustare il fritto non è mai stato così salutare.

Tutte le diete funzionano finché le seguiamo, poi arrivano i fritti e tornano i chili, con gli interessi. 

Anche i più golosi di fritto poi pagano il conto della pesante digestione, oltre all’ago della bilancia che va su. 

Il fritto è buono ma quante sostanze cancerogene si possono formare durante questo metodo di cottura! Infatti lo IARC classifica la frittura ad alte temperature come un cancerogeno di classe 1, la classe più pericolosa.

Fritto della longevità

QUALI SONO LE SOSTANZE PIÚ PERICOLOSE? 

Temuta e nociva, l’acrilammide si forma negli alimenti contenenti asparagina e glucosio (proprio come cereali e patate). Si tratta di una sostanza carcerogena, “visibile” ad occhio nudo. La colorazione marroncina è un chiaro segnale della presenza di acrilammide. Attenzione quindi a temperatura e tempi di cottura. Il prodotto va gustato con una lieve doratura. 

L’acroleina, tossica per il fegato, si crea raggiungendo il punto di fumo che dipende dall’acidità libera. Il rischio aumenta con l’aggiunta di acqua. Quì d noi al Ristorante Libra non riutilizziamo mai lo stesso olio, soprattutto è sconsigliassimo se si friggono alimenti ricchi d’acqua. 

LA FRITTURA ANTIAGING DEL RISTORANTE LIBRA

Frittura Antiaging

Qui da noi al Ristorante Libra di Bologna l’olio è il primo elemento da scegliere, meglio prediligere olio di semi di girasole alto oleico con circa l’80% di acido oleico

La temperatura deve essere costante a 170 gradi (consigliabile utilizzare friggitrici con termostato). 

Immergendo l’alimento ancora freddo, meglio se congelato, si induce lo shock termico. A contatto con il calore dell’olio avviene la sublimazione dell’acqua, riducendo di molto l’assorbimento di grasso. 

Tamponare, subito entro 30 secondi dall’estrazione, con carta assorbente e ripetere l’azione almeno tre volte. In questo modo si evita che l’olio in superficie venga assorbito. 

Con l’ausilio di una carta brevettata in TNT di pura cellulosa, veramente innovativa per due motivi: è stata realizzata esclusivamente per uso alimentare, assorbe in modo sorprendente gli oli e grassi.

Vieni a provare la nostra frittura della longevità.

No Comments

Post A Comment